Vai al contenuto

Sabato Spritz: la tua idea può diventare una startup?

Amici Startupper o aspiranti tali, come promesso, eccoci qui al nostro consueto appuntamento del Sabato, con uno Spritz in mano e una domanda che ci frulla in testa: sarà la tua idea la prossima grande startup? Quella chiacchiera da bar, quell’idea “geniale” che ti è venuta magari proprio sorseggiando un cocktail con gli amici, è davvero realizzabile? 💡

Dopo anni di esperienza come investitore in startup innovative, ho imparato che l’entusiasmo degli inizi è romantico, ma è la concretezza a far la differenza. Meno romantico, lo so, ma negli ultimi 10 anni ho valutato tantissime idee imprenditoriali, alcune promettenti, altre meno, altre molto meno, e tutte erano accomunate da una sola cosa: il bisogno schei, di soldi. 💸

La mia prima idea dopo la laurea non andò come speravo, ma con maggior consapevolezza, scelte azzeccate e un pizzico di fortuna qualche anno dopo tutto ha iniziato a decollare. Studio ed esperienza mi hanno permesso di diventare bravo a riconoscere il potenziale di un’idea e i segreti per un investimento di successo. Diciamo che finora mi è andata bene, con 3 exit alle spalle e un solo fallimento.

Devi individuare il tuo cliente target, capire le sue esigenze, le sue preferenze. Quali sono i suoi bisogni? I suoi valori? I suoi desideri? Se i tuoi potenziali clienti non hanno un problema da risolvere, tu non hai una soluzione e dunque non hai una startup. Semplice.

Una cosa è certa: un’idea per essere valida deve essere in grado di ottenere un riscontro duraturo sul mercato. E per avere questo riscontro deve essere prima testata. 👨‍💻

Gli investitori, mecenati moderni, non buttano schei in idee aleatorie, ma in possibilità concrete. Dunque, concretizza e valida la tua idea, attraverso una procedura step by step.

1. Parti dal principio che non devi pensare a te stesso e a cosa piace a te.
 Devi individuare il tuo cliente target, capire le sue esigenze, le sue preferenze. Quali sono i suoi bisogni? I suoi valori? I suoi desideri? Se i tuoi potenziali clienti non hanno un problema da risolvere, tu non hai una soluzione e dunque non hai una startup. Semplice.

2. Fai un’analisi di mercato e individua il motore della tua Startup. Scava nelle esigenze insoddisfatte dei tuoi clienti, identifica possibili lacune nei prodotti e servizi dedicati a quella nicchia o quel target e individua possibilità di crescita.

3. Non trascurare i competitor! Studiali, capisci chi sono, qual è il loro posizionamento e trova un modo per differenziarti. Rendi la tua idea il più unica possibile.

4. Testa il tuo prodotto o servizio coinvolgendo la tua audience. Identificato il problema, cerca una soluzione innovativa. Offri un valore unico che ti differenzi dalla concorrenza. Raccogli feedback e suggerimenti e fai dei test. Prova, prova, prova.

5. Crea un modello di business solido e sostenibile. Ricorda: Non sottovalutare mai gli schei. Analizza attentamente le risorse finanziarie di cui disponi e ogni costo che dovrai sostenere.

Il prossimo passo? 📣 Lanciare la tua idea sul mercato, adattarla e migliorarla. Sarà proprio la capacità di adattamento a garantirti un business duraturo, sostenibile e persino da ampliare. Ma di questo parleremo nelle prossime puntate!

Ci vediamo Sabato prossimo per continuare ad imparare come lanciarsi nel mercato imprenditoriale con un bel paracadute di consapevolezza.
✈️

Cheers!
🥂

Andrea

Rimani aggiornato iscrivendoti a Sabato Spritz 🍹 | Leggi l’archivio

Pronto per far crescere la tua startup e a farla diventare un business solido e sostenibile? Qui su VenetoUP ti aspettano, percorsi di sviluppo, video, risorse e training mensili, per far decollare la tua idea e il tuo fatturato!