Vai al contenuto

Una nuova alba per GAS Jeans con il denim biodegradabile

Blue come il cielo, il mare e il denim. Planet come il rispetto del pianeta e la connessione con la natura. 084 come le coordinate che proiettano l’anno di nascita di GAS in un futuro più autentico, sostenibile e inclusivo: un nuovo anno 0. Si chiama Blue Planet 084, ed è il nome della nuova collezione dell’azienda di Chiuppano (Vicenza) in risposta a un periodo di incertezza legato al rischio di fallimento. Si tratta dunque di una ripartenza per il marchio, una vera e propria missione applicata a capi durevoli, senza tempo e multifunzionali, caratterizzati da materiali e lavorazioni sostenibili tra cui spicca il denim biodegradabile.

La sostenibilità è un tema centrale nell’agenda politica e per tutte quelle aziende che ne fanno veramente una leva di competitività. In occasione del World Earth Day il 22 aprile e a meno di una settimana dalla chiusura della gara per la cessione dell’azienda, GAS ha così lanciato la nuova linea denim biodegradabile, la massima espressione del nuovo percorso del brand, realizzato seguendo rigidi standard che rispettano l’ambiente. Il cotone organico è certificato GOTS (Global Organic Textile Standard) e cucito con filo in fibra di cellulosa ad impatto 0 nello smaltimento. L’elastan è sostituito con una fibra elastica certificata CRADLE TO CRADLE, 100% degradabile se esposta a particolari condizioni atmosferiche. La tintura è a base di indaco naturale già diluito per un risparmio di 10 litri d’acqua per ogni metro di tessuto. Il fissaggio ad ozono è completamente biocompatibile. I trattamenti sono conformi alla normativa REACH, il più importante regolamento europeo relativo alla gestione delle sostanze chimiche. Le sostanze ossidanti sono certificate GOTS. Le lavorazioni laser e di insufflazione di ozono a secco danno ai capi un aspetto vissuto minimizzando l’utilizzo d’acqua (-65%), di energia (-20%) e di agenti chimici dannosi per l’ambiente e le persone (-80%). Inoltre, le temperature dei lavaggi sono ridotte al minimo per ottimizzare il consumo di energia e l’eco-rubber, un innovativo materiale abrasivo, è resistente, riutilizzabile e non lascia residui, riducendo così l’acqua di risciacquo del capo e dei macchinari. I bottoni, i rivetti e la zip sono “No Impact”: completamente formaldeide-free; la salpa è di pelle lavorata con una concia vegetale a ridotto impiego di cromo e per finire, il labelling e il packaging sono realizzati con materiali riciclati ed ecofriendly.

Newsletter

Inserisci la tua e-mail e resta aggiornato sul mondo dell'innovazione in Veneto (e non solo)