Vai al contenuto

Lavoro ibrido: al via il test pilota di Cisco con Venywhere

Il test pilota di Venywhere, progetto sostenuto dalla Fondazione di Venezia e dall’Università Ca’ Foscari che mira a facilitare l’attrazione e l’inserimento di una nuova comunità attiva di persone che potranno arricchire la città di nuove energie e attivare un’offerta di nuovi servizi e opportunità economiche per la comunità locale, ha tagliato i nastri di partenza al fianco di Cisco, leader mondiale nelle tecnologie abilitanti le modalità di lavoro innovativo. 16 dipendenti, provenienti da Spagna, Francia e Grecia, vivranno e lavoreranno da remoto a Venezia per tre mesi. “Il modo in cui concepiamo il lavoro è cambiato radicalmente“, ha affermato Chuck Robbins , Presidente e CEO di Cisco. “I dipendenti aspirano alla flessibilità e le aziende devono riconoscere che se vogliono attrarre e trattenere le persone migliori, devono pensare alla produttività e al benessere e offrire un lavoro ibrido. La nostra collaborazione con Venywhere ci sta offrendo spunti di vita reale su come potrebbe essere tutto ciò, in una città storica che sta ridefinendo il proprio futuro“.

Il team di Cisco sperimenterà non solo le funzionalità della piattaforma Venywhere e l’impatto che l’intera iniziativa avrà sulla città di Venezia, ma anche le tecnologie abilitanti il futuro del lavoro e le nuove forme di collaborazione tra persone di team distribuiti. Lo studio è supportato dalla tecnologia Cisco, incluso Webex. Le conferenze web, le chiamate su cloud, la condivisione dello schermo e la collaborazione in tempo reale consentono al gruppo di partecipare facilmente a riunioni ed eventi con i propri team sparsi in tutto il mondo. Webex Collaboration Insights offre loro un maggiore controllo sul proprio lavoro, aiutandoli a capire come e quando sono più produttivi. “Il nostro team stava cercando una città nella quale realizzare combinazione tra lavoro ibrido e flessibile e il concetto dell’ufficio distribuito – ha dichiarato Gianmatteo Manghi, amministratore delegato di Cisco Italia – Sedici colleghi da tutta Europa stanno vivendo l’esperimento, con crescente entusiasmo, impegnati in progetti che abbiano ricaduta positiva in tema di sostenibilità, inclusività oltre che di risultati“.

Newsletter

Inserisci la tua e-mail e resta aggiornato sul mondo dell'innovazione in Veneto (e non solo)