Semplificare la normativa dell’ecosistema startup: i Paesi Ue firmano la dichiarazione

In occasione del Digital Day 2021 sono stati sottoscritti da diversi Paesi europei, tra cui l’Italia, tre dichiarazioni volte a promuovere la connettività internazionale, a incentivare la diffusione di tecnologie digitali green e a migliorare l’ecosistema normativo delle startup e scaleup.

Più in particolare, gli Stati membri dell’Unione europea hanno firmato, assieme a Norvegia e Islanda,  la dichiarazione “European Data Gateways as a key element of the EU’s Digital Decade” forti dell’impegno su tre fronti: il rafforzamento della connettività con diverse aree del pianeta (specialmente Africa, Asia e America latina), la condivisione di uno spazio di archiviazione anche a Paesi alleati extra-Ue e, infine, le comunicazioni satellitari, lo sviluppo di cavi terrestri e sottomarini. A tal proposito, dopo aver completato l’installazione, nei prossimi mesi il cavo sottomarino ottico Ellalink sarà attivato per creare un collegamento tra Portogallo e il Sud America.

I Paesi hanno siglato anche la dichiarazione “EU Startup Nations Standard“, che mira a garantire un ecosistema normativo dove le realtà innovative possano affermarsi e “scalare”. Gli Stati firmatari si impegnano a creare un ambiente favorevole per le imprese europee nella fase di avvio e di espansione, facilitando lo scambio di best practices e il monitoraggio dello sviluppo dell’ecosistema delle startup europee. Dalla costituzione rapida all’ingresso nel mercato, fino ai programmi con agevolazioni fiscali di stock option a favore dei dipendenti. E ancora, gli appalti per l’innovazione (comprese le politiche di trasferimento tecnologico), l’accesso ai finanziamenti, il Digital-First e l’inclusione sociale.

L’ultima dichiarazione sottoscritta durante il Digital Day riguarda l’uso delle tecnologie in ottica ecologica, in continuità con le linee guida del Green Deal europeo. L’Europa mira a competere a livello globale nel mercato digitale verde, in particolare supportando le startup e le PMI nel settore delle tecnologie innovative sostenibili e promuovendo soluzioni ICT a zero impatto ambientale attraverso, tra gli altri, la trasformazione verde e digitale dei servizi pubblici, sistemi di intelligenza artificiale, l’uso di un cloud e una blockchain neutri, sostenibili ed efficienti dal punto di vista energetico, i passaporti digitali per la tracciabilità e rintracciabilità di prodotti e materiali. L’impegno incoraggia gli Stati a partecipare alla European Green Digital Coalition, che esorta la transizione ecologica e lo sviluppo di tecnologie a basso impatto energetico.

Newsletter

Inserisci la tua e-mail e resta aggiornato sul mondo dell'innovazione in Veneto