“The Trough of Sorrow”: quando il percorso di una startup non è rose e fiori

A volte, quando gestisci una startup, sembra che niente vada per il verso giusto“, dice Melanie Perkins, cofounder di Canva.

Paul Graham, co-fondatore di Y Combinator, ha attribuito alle difficoltà, anche emotive, dei fondatori di startup di reagire dopo una battuta di arresto il termine “The Trough of Sorrow”. L’entusiasmo della fase iniziale precede numerose sfide, che possono comportare più momenti di tensione: dallo sviluppo del prodotto all’individuazione del mercato, dalla definizione del target di riferimento alla raccolta di fonti di finanziamento.

Superare gli step che seguono la fase di avvio di una startup non è semplice. Spesso gli imprenditori si sentono soli nella loro responsabilità di far sì che la l’azienda abbia successo, motivo per cui la condivisione può essere un aiuto significativo per non scoraggiarsi quando le cose non procedono come previsto. Come sottolinea Paul Graham, per riprendere il treno dello slancio a seguito, ad esempio, dell’uscita dal team di membri chiave o della consapevolezza che i clienti non siano soddisfatti del prodotto, richiede una certa perseveranza. Il fattore più significativo per gli imprenditori in questa fase è l’insicurezza. Se molti di loro non avessero creduto veramente nel valore del proprio progetto, non avrebbero insistito e avrebbero sancito la fine della loro realtà.

Paul Graham ha presentato un grafico, una curva che rispecchia il ciclo di vita di una startup:

Tutte, grandi e piccole aziende, hanno sperimentato la “depressione del dolore”. Forse una startup non riuscirà affatto a superare questa fase, forse andranno messe a punto nuove strategie o dovrà essere rivisto il prodotto/servizio. Tuttavia, secondo Paul Graham, alla fine tutte hanno la possibilità di sopravvivere. Possono essere adottate delle riserve per ridurne l’impatto. In primo luogo, viene suggerito di raccogliere abbastanza utili per attutire l’impatto di una stagnazione delle vendite. Successivamente, è consigliato di limitare l’offerta concentrandosi sul valore più che sul numero di prodotti sviluppati. Il perfezionamento, attraverso la ricerca e lo sviluppo di mercato, può aiutare a fornire più valore al segmento del mercato di riferimento. Infine, è importante credere nella propria idea. “Per gestire una startup devi essere incredibilmente persistente“, il pensiero di Melanie Perkins.