TikTok For Business, lo strumento di marketing per i brand

TikTok è un recente social, nato in Cina nel 2016 e disponibile in Italia a partire dal 2018, che spopola tra la Generazione Z e fra i Millennials. La piattaforma permette la realizzazione di video di breve durata la cui pubblicazione è consentita tramite dispositivi mobile. Si possono trovare video divertenti e creativi, che riprendono spezzoni di film o ritornelli di musica, creati con l’obiettivo di coinvolgere e divertire chi li guarda. Non a caso, la mission del social è “ispirare la creatività e portare allegria“.

TikTok offre anche soluzioni per le aziende che vogliono raggiungere gli utenti di un certo target: “Le soluzioni di TikTok For Business sono pensate per offrire ai brand e alle loro direzioni marketing gli strumenti per creare storytelling creativi, in grado di ingaggiare la community di TikTok con il loro messaggio“. La piattaforma per il business offre i seguenti formati pubblicitari:

  • TopView: annuncio che appare all’apertura dell’app, in modalità full-screen e riproduzione audio-video automatica. “Garantisce milioni di visualizzazioni in 24 ore, generando brand awareness e risultati di engagement eccezionali”.
  • In-Feed Video: si tratta di un audio e video full-screen, può estendersi fino a 60 secondi e viene inserito nella sezione “Per te”. Questo genere di annuncio si rivolge a un preciso target, in relazione agli interessi degli utenti.
  • Brand Takeover: annuncio, senza audio, di 3-5 secondi. Appare non appena si apre l’applicazione.
  • Hashtag Challenges: contenuti che hanno lo scopo di diventare virali, tramite la realizzazione di video da parte degli utenti chiamati a unirsi a un preciso hashtag. I video pubblicati in questo modo vengono raccolti nella pagina dell’hashtag challenge.
  • Branded Effects: video creati con particolari effetti, filtri e sticker brandizzati.

Anche su TikTok è facile trovare utenti che nel corso del tempo hanno acquisito una certa popolarità, raggiungendo grandi numeri in termini di visualizzazioni e follower e diventando così appetibili per quelle aziende che vogliano sviluppare collaborazioni, attraverso la sponsorizzazione di contenuti legati al brand. L’obiettivo è quello di coinvolgere un target in parte diverso da quello raggiungibile attraverso i social media “tradizionali” puntando sullo slancio creativo dei “tiktokers”, quindi rivolgendosi alla loro capacità di influenzare gli utenti con autentici messaggi.