L’importanza della costruzione di un team per una startup: i ruoli strategici

La composizione del team è di vitale importanza per una startup, poichè rappresenta una delle componenti che ne condiziona il percorso di crescita. In questo senso, uno studio condotto nel 2020 da CB Insights spiega come nel 23% dei casi la causa del fallimento sia legata a un management inadatto, poco coeso e altrettanto poco motivato. Mentre l’esperienza aiuta le persone a identificare opportunità e permette una visione ad ampio raggio, un team ha anche bisogno di competenze trasversali e di una condivisione dei piani futuri per il progresso di un’impresa. Si può così affermare come la crescita di una startup sia strettamente correlata alle scelte e strategie adottate dai membri che la gestiscono. Le caratteristiche e le abilità dei componenti del team, tra l’altro, vengono particolarmente soppesate dai finanziatori, i quali tengono a considerare il valore del gruppo uno degli elementi cruciali nella valutazione del progetto.

Skills complementari

Soft skills come la capacità di comunicazione, le abilità interpersonali, il lavoro di squadra, la creatività, l’adattabilità e l’empatia sono facilmente trascurabili in sede di selezione, ma sono importanti tanto quanto le abilità pratiche che occorrono per comprendere e gestire le diverse aree di una startup. L’ideale per un team è presentare competenze complementari ed eterogenee, quali:

  • competenze tecniche: la figura del CTO, e di tecnici esperti, è fondamentale per lo sviluppo del progetto. Un direttore tecnico aiuta il CEO a mettere a punto strategie e obiettivi di business per far crescere l’azienda;
  • competenze di marketing e comunicazione: rappresentano le basi che incidono sul lancio del prodotto o servizio sul mercato e sulle strategie da attuare per raggiungere e fidelizzare il target di riferimento;
  • competenze di organizzazione: l’Operation Maganer è una figura chiave, poichè supporta il team e ne gestisce il processo di organizzazione del lavoro;
  • competenze di finanza: il CFO monitora, pianifica e revisiona spese, costi e profitti. E’ responsabile della crescita della startup, in quanto ne governa le risorse;
  • competenze di vendita: una startup dovrebbe poter contare su una figura flessibile e dinamica, che si possa occupare della commercializzazione del prodotto.

Nelle startup business e passione si intrecciano. Se l’imprenditore ha grandi idee, è con le persone giuste che può raggiungere gli obiettivi. La mancanza di ruoli e compiti definiti è venefica e può compromettere il futuro dell’azienda. Ecco perchè è importante stabilire, sin da subito, le funzioni di ciascun membro del team. Ogni squadra, inoltre, necessita di un punto di riferimento, di un leader capace di tenere le fila e che sappia coinvolgere e condividere con tutti i membri un obiettivo.