Redigere un business plan in dieci mosse

Il business plan, per il lancio di una startup o per lo sviluppo di un progetto imprenditoriale, è da considerarsi imprescindibile. Si tratta di un documento dettagliato che illustra tutte le aree di attività di un’impresa, atto a definire l’idea di business e la sua fattibilità, entro un definito lasso di tempo e seguendo determinate modalità. Quali sono i passi per redigere un business plan chiaro e completo?

Indice

Al fine di rendere più semplice la consultazione, è opportuno iniziare da un elenco delle varie sezioni del documento.

Executive summary

Si tratta di una breve sintesi che riassume l’idea d’impresa e i punti chiave del business plan. L’executive summary dev’essere quanto più chiaro ed esplicativo, questo perchè è il principale snodo del documento: l’interessato valuterà se proseguire o meno nello studio del piano.

Descrizione dell’impresa

Questo passo del documento fornisce una panoramica dell’impresa, quindi raccoglie le informazioni generali relative all’azienda, quindi il nome della società, il tipo di persona giuridica, il team, il settore di appartenenza, la struttura, la mission, i punti di forza, gli obiettivi prefissati.

Descrizione prodotto o servizio offerto

Questa sezione contiene la descrizione del prodotto o del servizio offerto, e a quale bisogno e domanda del target di riferimento intende rispondere. E’ consigliato redigere un’informativa accurata delle caratteristiche del prodotto o servizio, nonchè i suoi punti di forza rispetto ai competitor.

Analisi di mercato

E’ importante svolgere una approfondita analisi di mercato per poter descrivere nel documento com’è segmentato ilo mercato stesso, le normative che lo regolamentano, gli eventuali competitor e il loro posizionamento, le caratteristiche del target di riferimento (quindi le preferenze dei clienti, le loro abitudini, la loro capacità di acquisto).

Strategie

Quali sono le strategie dell’impresa? E’ importante spiegare come si intende comunicare e presentare il prodotto o servizio, il suo prezzo di vendita sul mercato e le politiche di distribuzione. La scelta di valide e determinate strategie serviranno per fare una previsione delle vendite e del fatturato nell’orizzonte temporale del business plan.

Piano operativo

Questa sezione del documento raccoglie le informazioni sulle risorse e sui processi di produzione e sviluppo del prodotto e l’eventuale servizio di customer care.

Struttura organizzativa

Il contenuto descrive la composizione del team aziendale (titoli di studio, esperienze, qualifiche professionali dei fondatori), la definizione dei ruoli all’interno dell’impresa e il piano di assunzioni previsto in relazione al personale di supporto necessario per l’azienda.

Piano finanziario

Il piano finanziario fornisce informazioni delle performance economiche e finanziarie dell’impresa. Quali sono i costi previsti, i ricavi, le uscite finanziarie, lo stato patrimoniale preventivo. Gli investitori tendono a esaminare con molta attenzione questa sezione, poichè le informazioni fornite determineranno le probabilità di sopravvivenza.

Allegati

L’ultima sezione di un business plan viene destinata alla raccolta di informazioni aggiuntive, come le schede tecniche del prodotto offerto, dati di mercato, eventuali preventivi, brochure e materiale pubblicitario, curriculum del management.

Il business plan dev’essere quanto più realistico e preciso possibile, considerando che si tratta di un documento che combina informazioni e dettagli di un progetto imprenditoriale utili ad analizzare tutte le variabili che possono influenzarne la riuscita. La redazione di un chiaro e valido business plan permetterà anche di aprire le porte a potenziali investitori.